lunedì 31 ottobre 2011

sabato 29 ottobre 2011

Mia Farrow: lezione di Bon Ton











































Rosemary's baby è un capolavoro: pefetti i personaggi, la storia, gli interni, gli abiti di Mia Farrow.
Faust non è l'unico che si è venduto al diavolo.
Intrighi, misteri, ambienti familiari ma cupi, storie nelle quali è sempre meglio diffidare dei vicini...in perfetto stile polanskiano.



venerdì 28 ottobre 2011

the dream










Angelo Badalamenti - Dance of the dream man





giovedì 27 ottobre 2011

Orlando
































































Per quanto sembrino cose di secondaria importanza, la missione degli abiti non è soltanto quella di tenerci caldo. Essi cambiano l'aspetto del mondo ai nostri occhi e cambiano noi agli occhi del mondo.
Virginia Woolf, Orlando


pictures by Cecilia







domenica 23 ottobre 2011

giovedì 20 ottobre 2011

Shock in my town



Vi siete mi chiesti di chi è lo spazio pubblico?
La nostra cultura ha un rapporto molto freddo e distaccato nei confronti degli spazi urbani che dovrebbero essere dei cittadini.
Gli italiani, affezionatissimi alle loro case e cioè allo spazio privato individuale, non rispettano, non si interessano e non vivono lo spazio pubblico. Si potrebbe parlare di educazione civica: i cittadini dovrebbero prendersi i loro spazi e sperimentare nuove situazioni sociali e comunitarie.
Lo spazio pubblico si deve pensare come luogo del possibile, aperto alla collaborazione e alla progettazione della comunità che ha bisogno di sentire lo spazio come reattivo.

L’opera diviene un oggetto spaziale che innesca con ciò che la circonda un sistema di rapporti e di modificazioni che ne costituiscono la qualità primaria.
Attraverso questa concezione l’artista estende, contamina, include l’esistente concependo lo spazio come qualcosa di malleabile, mutevole, sottoposto, nel tempo, a deformazione costante.
L’allestimento consente di reinterpretare la realtà fenomenica e, avendo carattere temporaneo, lascia trapelare un senso di libertà interpretativa.
Lo spazio pubblico si carica di significati nella possibilità di mutare e diventa quasi interattivo, rispondendo ai molteplici stimoli di chi lo vive.
La città, nella capacità di reinventarsi, sembra vivere.






Deep Garden, Venezia A12






domenica 16 ottobre 2011

.







Dogville, Lars von Trier




Girls, fashion&illustration



























Maison Martin Margiela









































Marni





















Rodarte







































Rochas






















Sonia Rykiel





















Undercover




Illustrations by Fifi Lapin
http://fifi-lapin.blogspot.com/









Illustrations by Gemma Correll

Gemma Correll è la creatrice di un gruppo di illustratori che disegnano e descrivono i loro outfits quotidiani.






Apprezzo quei creativi che riescono a valorizzare la commistione di linguaggi, rendendo il loro lavoro molto più affascinante e comunicativo.
Trovo originalissime le illustrazioni di Fifi Lapin e Gemma Correll: fanno convivere passione per la moda, il disegno e la documentazione delle proprie scelte di stile.
Le illustratrici si fanno rappresentare dai loro personaggi: una coniglietta e disegni stilizzati diventano icone di stile.