domenica 30 dicembre 2012

E M P A T H Y






Le vacanze natalizie mi caricano di positività, ogni anno le attendo con un’impazienza infantile.
Tornare nella mia città per le feste mi regala una dimensione di spensieratezza: è come se il tempo non fosse passato e per un paio di settimane sembra che la vita quotidiana di tutti noi si annulli in favore della vita collettiva.
Quest’anno Antonella ed io abbiamo fortemente voluto condividere con Niko, Edo, Simone, Silvino e Simone il nostro spirito natalizio , ed è così nata l’idea di uno speciale concerto a Cosenza.
Ancora una volta grande empatia: dalla nostra anche un pulmino per condividere gli spostamenti e gli emozionanti paesaggi incontaminati calabresi. 
Altre amicizie da scambiarsi, altri “take away shows”, altri progetti per il futuro...









by Cecilia Sammarco





Ed Ward+ Cecilia+ Simone +Simone +Silvino


Ed Ward
by Antonella Corigliano



by Cecilia Sammarco



Cecilia+ Antonella
by Niko Cutugno


Cecilia


Ed Ward + Simone
by Antonella Corigliano




Ed Ward + Simone + Silvino + Simone
by Cecilia Sammarco


*
Ed Ward, Simone Palomba, Silvino D'Amico, Simone De Stefano, Cecilia Sammarco, Antonella Corigliano, Niko Cutugno

*





giovedì 27 dicembre 2012

mercoledì 19 dicembre 2012

rehearsal




Island Blues, Koop 
Cecilia Sammarco + Ed Ward
rehearsal /





sabato 15 dicembre 2012

venerdì 14 dicembre 2012

WhereAreYouNow?





Prendo un treno e raggiungo Milano.
Alle 10 e 30 arrivo in stazione e mi fermo a chiacchierare con un uomo che si definisce "modellatore di anime": più tardi capirò che si trattava di un segno del destino visto che nei giorni a seguire l'anima diventerà materia plasmabile.
Niko e Antonella vengono a prendermi e raggiunta una caffetteria inizia la condivisione di progetti, racconti e visioni. Il nostro rapporto ha dato vita ad una fucina di idee in cui l'altro non è che uno specchio nel quale scrutarsi senza veli. Ogni cosa è cosparso di una certa intensità: i pranzi e le colazioni, l'ascoltare una canzone in auto o coltivare le amicizie altrui.
C'è una tacita voglia di tutti di entrare nel mondo dell'altro per coglierne ogni aspetto, senza intenti parassitari, semmai con apporto di linfa vitale.
Nel pomeriggio arriviamo in studio dove ci aspettano Edoardo, Simone, Silvino e Simone. 
I ragazzi iniziano le prove e noi ci godiamo un'anteprima molto familiare e accogliente dei brani: sono ore intense quelle trascorse in studio, si avverte una percezione temporale quasi surreale e si rimane fino a tarda sera ad ascoltare e a farci ispirare dalle luci a intermittenza. 
L'indomani sarà una serata sorprendente per tutti noi!
Ed Ward (Edoardo Santini) è un giovane cantautore romano impegnato a portare avanti il suo progetto musicale grazie al supporto di Niko che fin da subito ha creduto nella sua musica e ha deciso di produrlo. La loro collaborazione dura ormai da quattro anni ed  un misto di professionalità e amicizia che rende tutto più naturale e pieno di aspettativa.
La musica è bene supremo, perfezione, verità, ecco perchè tutto ciò che essa scaturisce comporta felicità e senso di completezza. 












by Cecilia Sammarco & Antonella Corigliano
@ Bach studio, Milano






Cecilia and Ed Ward



@Le Trottoir 
by Antonella Corigliano and David Poggialini
*
Ed Ward, Simone Palomba, Silvino D'Amico, Simone De Stefano, Cecilia Sammarco, Antonella Corigliano, Niko Cutugno

*



venerdì 7 dicembre 2012

Oscar









In un mondo in cui gli intellettuali hanno dimenticato l’impegno nei confronti dell’umanità dedicandosi all’effimero, Niemeyer si accosta alla sua professione con grande sensibilità, cercando di dare sempre nuovi e profondi significati all’attività progettuale.
Era grande architetto e grande uomo.
Fin da subito si fa portatore di messaggi di pace, giustizia, libertà con la consapevolezza del fatto che spesso esporsi significa venire ostacolati. L’architetto brasiliano, quindi, rivendica più volte il diritto alla libertà dell’uomo ma al tempo stesso il suo dovere verso l’attivismo sociale e politico.
È per questo che ogni suo progetto nasconde e manifesta un significato che riesce ad essere muto e nello stesso tempo troppo chiaro e diretto per non essere ascoltato. Si rivolge a chi ha la sensibilità e l’onestà di guardare al di là di una struttura portante, a chi riconosce il ruolo sociale di un’opera architettonica, a chi ha voglia di riconoscere gli errori per meditare su come neutralizzarli.
In Niemeyer si intravede l’amarezza di chi ha fiducia nelle capacità umane e ne riconosce, allo stesso tempo, l’inutile dispersione.
L’uomo ha delle responsabilità verso sé e verso gli altri, ha una preziosissima coscienza individuale che deve mettere al servizio della totalità.
L’architetto brasiliano ha sempre sostenuto lo stretto e costante rapporto tra il singolo e la comunità, tra l’azione individuale e quella collettiva  e ciò si riflette nei suoi progetti.
Si pensi al “Teatro Popolare”che l’architetto dice essere “un regalo per il popolo” nella cui piazza, con spirito classico, Niemeyer immaginava che la gente possa riunirsi oppure alla scultura “Latin America Memorial” che vuole ricordare le sofferenze e le lotte dei popoli latini o alla stessa progettazione, secondo principi socialisti, della città di Brasilia, attraverso cui notiamo la volontà di voler costruire tenendo presente le esigenze del singolo che diventa totalità.
In effetti Niemeyer ha disegnato una città, ha quindi inventato, creato lo spazio di un popolo al quale ha insegnato la modernità.
Formatosi sullo stile internazionale è riuscito a re-inventare una sua personalissima declinazione attraverso l’uso della curva, elemento formale che ricorda la natura e le donne della sua terra.
Architettura come impegno sociale e l’architetto come risolutore dei problemi della società moderna: Niemeyer è sempre stato lontano dalla visione contemporanea dell’archi-star che crea opere in cui si dedica semplicemente ad una ricerca estetica.
Il suo cemento armato pare avere anima e riesce a conciliarsi con una terra che per la sua bellezza sembra essere stata pensata perché non ricevesse alcun intervento umano.
Ciao Oscar


mercoledì 5 dicembre 2012

Making Of



***
Milano,
tre+quattro dicembre duemiladodici
***

at Bach Studio
by Cecilia Sammarco


video

prove at Bach Studio - Ed Ward 
Short clip of Ed Ward

Waiting for the full video

" So Cold "
Simone Palomba, Silvino D' Amico, Simone De Stefano, Cecilia Sammarco
Produced by Niko Cutugno

http://www.facebook.com/EdWardOfficialPage



Ed Ward live at "Le Trottoir" (MI)


Wall art work made by Antonella Corigliano