venerdì 31 maggio 2013

italianità





C'è un non so che nei film italiani che determina in me uno stato di irrequietezza immediato: un sentimento contrastante che si divide tra voglia di vivere per sperare di raggiungere alcuni 'acumi' e una visione crudele dell'esistenza.
Alcuni registi hanno presentato con assoluta brutalità l'assurdità e la banalità della condizione umana esasperandola tramite una cornice edonista di incomparabile bellezza.
Gli oggetti, le donne, le case, i vestiti che popolano le storie di alcuni film, costruiscono un mondo pieno di rimandi e citazioni intellettuali che costringono lo spettatore ad un'accanita e veemente attenzione.
Questa BELLEZZA che si impone violentemente non fa altro che accentuare la consapevolezza di una vita che spesso rimane relegata alla dipendenza dagli oggetti.
Continuo a pensare che gli italiani hanno conosciuto e fatto i conti con  il sentimento dell'assurdità e dell'inconsistenza a causa del loro esser cosparsi e immersi nella perfezione estetica e artistica che alimenta un forte senso di inadeguatezza.
Per fortuna questo sguardo malinconico e disincantato continua a far nascere capolavori.


"l’isolamento in una camera che non debba comunicare con l’esterno perché piena di un’atmosfera mortale, una camera, quindi, dove per sopravvivere è necessario portare una maschera, ricorda molto le condizioni di vita dell’uomo contemporaneo. "








Dillinger è morto - Marco Ferreri




Philippe Sarde -  La grande bouffe original theme, 1973

La grande abbuffata - Marco Ferreri


Il conformista - Bernardo Bertolucci




otto e mezzo - Federico Fellini

C'eravamo tanto amati - Ettore Scola



giovedì 23 maggio 2013

quijotes




MEMENTO 


Cuando yo me muera,

enterradme con mi guitarra
bajo la arena.



Cuando yo me muera,
entre los naranjos
y la hierbabuena.



Cuando yo me muera,
enterradme si queréis
en una veleta.



¡Cuando yo me muera!

 García Lorca


Sara Montiel
Mario Testino, Vogue 1995
Rossy de Palma by Ellen von Unwerth - Ruven Afanador - Ellen von Uwerth
Rossy de Palma
Mario Testino, Vogue - Miles Aldridge 
Rossy - Spain ads
Pedro
Parla con lei - Rossy
Tacchi a spillo
Rossy - Miguel - Tutto su mia madre
Matador
moschino 1988 - Sara Montiel
pedro
Steven Meisel, Vogue 1992
some of my vintage dresses

you can see some of my colorful vintage dresses at my GATZPACHO BOOM  POST !!!




lunedì 20 maggio 2013

Sehnsucht


daydreaming. 


i Love Gak Sato ! 



my sketch - my vintage shirt
my new shoes!!!! thank for the advice, Valentina!!!!
my vintage schoolbag - peach tree in London 

 pics by Cecilia

venerdì 17 maggio 2013

Erminia




Erminia è una delle donne più interessanti, intelligenti e brillanti che abbia mai avuto il piacere di conoscere.
E'  la madre del mio migliore amico e l' Amica (con la a maiuscola) della mia mamma.
Ascoltare i suoi racconti, le sue descrizioni minuziose permettono di ripercorrere la sua affascinante vita piena di filosofia, libri, incontri, ideali e coscienza femminile.
Il tempo con lei si dilata, diventa rarefatto perchè pieno di umanità e voglia di vivere.
Da un anno alle sue infinite passioni si è aggiunta quella delle borse e così ha trasformato un angolo della sua meravigliosa casa in un magico laboratorio pieno di stoffe recuperate, dove trascorre molte ore in compagnia della sua macchina da cucire. 

il blog di zia Erminia

Erminia is one of the most interesting, smart and brilliant/bright women that i've the pleasure to met. she is my best friend's mother and "the" (with the article) friend of my mother. listen to her stories, her precise descriptions give the chance to retrace her fascinating life, full of philosophy, books, meetings, ideals and feminine awareness.

With her time is broadening, becomes refined because full of humanity and life-willing. 
it has been one year since she added another passion to her already long list: bags. thus she has transformed a corner of her marvellous house in a magic laboratory, full of recovered fabrics, where she spends many hours along with her sewing machine.

 Erminia' s blog




Erminia's home
by Cecilia