lunedì 13 ottobre 2014

Resistenza Gastrofonica Viaggiante di Coltivatori di Musica





Spesso credo che l'umanità si regga sulla convinzione che 
alcune cose siano impossibili da realizzare, dunque impara a sognare. 
Coltivatori di musica sognano ma credono nella necessità di condividere, così i loro sogni
diventano itineranti. 
E' bello saper rendere magico il momento in cui si arriva in un posto, dopo un viaggio, 
omaggiare il luogo in cui si approda e, nel frattempo, portare un pò di sé.
La bellezza è fatta di sorrisi, gnocchi fatti in casa, pomodoro locale, strade e musica giusta.
Perchè complicare tutto?
Niente di più semplice ma nulla di così pieno di stupore.
I coltivatori amano la tradizione e la utilizzano come mezzo rivoluzionario per
 l'emancipazione ed il rinnovamento estetico delle massaie dei massai !
Rifiutando l'idea del "bello é/e difficile" scendono sulla strada al grido di
 "non fate la guerra ma gnocchi e pomodoro", 
la occupano temporaneamente permettendoci di fare esperienza del suo valore. 
Niente di più resiliente di un piatto di pasta all'italiana.



Il Diagramma della Resistenza Gastrofonica Viaggiante, Cecilia Sammarco

Casseroles with love, Cecilia Sammarco

Coltivatori di musica, Cecilia Sammarco


G N O C C H I, Cecilia Sammarco
Non fate la guerra ma gnocchi e pomodoro Cecilia Sammarco



Illustrazioni nate grazie ai titoli di testa di Contestazione Generale
un film di Luigi Zampa del 1970



Coltivatori di Musica è un progetto di Paola Scialis e Stefano Cuzzocrea

Paola e Stefano risiedono presso un Ex Convento di frati cappuccini edificato tra il 1608 e il 1611 a Belmonte Calabro, in provincia di Cosenza.
 L'Ex convento funziona da contenitore in cui trovano casa tutti i loro progetti: un luogo attivatore di relazioni e idee intorno al cibo sentimentale, la cultura,il teatro,la musica, gli orti e l' ospitalità. 

Nessun commento:

Posta un commento